Archive | Mie RSS feed for this section

Riarsa.

8 Giu

Una foglia raggrinzita, rametto spezzato

La terra è arida.

Non conosco più verde, solo polvere.

Intrepida è l’attesa, di chi non sa cosa sperare

Se il vento che spazza via o se l’acqua che può donare.

 

Sulle guance i solchi di un cuore prosciugato

L’amore è perduto

O forse mai c’è stato.

 

Secca

Si contorce e si ritorce una lacrima asciutta

Fatica a scendere

 

Non ha che dire

Eppure si piange

Lacrime vuote

Solo di sale

Senza più acqua

Senza più vita

 

Sabbia io

Sale il pianto

È polvere, non vola

Manca il vento

E manca l’acqua

Prosciugata, questa vita

Raggrinzite le mie dita

Arido è il cuore di chi non conosce l’amore.

 

Stanca

Infinite distese di terra intorno a me

Non vedo strade

Non odo rumori

Persa

Sola

Ho sete

di vita

 

Non mi trovo

Non mi sento

Arida.

 

Ho paura

di volermi.

 

© Veronica Pavesi.

Vivo.

22 Feb

Tremo
io fra le tue braccia
tu dentro di me
fremo
vorrei fare così forte 
all’amore
sentirlo così forte
nel cuore
scoppia
non scappare
fammi amare
fatti sentire
fammi bruciare
Prendimi
Sbattimi
fatti sentire
violento
urlo
in una tua dolce 
carezza
mi strappi
tenero
mi vuoi
sono tua
vieni qui 
vieni dentro
tremo
i miei muscoli
il mio stomaco
la tua schiena
i tuoi capelli
sono miei
sono tuoi
ci mischiamo 
in questo gioco
i nostri corpi
gli odori
gli amori
violento
non voglio smettere
voglio amare
voglio bruciare
fammi tremare
volo
grido
amore forte
ti sento 
mi sento
stremati 
non voglio smettere
è eterno
s’infrange
l’onda calda
su di me
e dentro
vivo.

© Veronica Pavesi.

Immagine

Sola.

16 Feb

Io credo che le persone più sole, quelle sole davvero, sono quelle che non hanno l’amore.
E con questo non intendo dire chi è stato abbandonato, lasciato, chi l’amore l’ha perduto; che si sentono soli, ma in realtà non lo sono mai.
Sono sole le persone che non sanno dove stare, quelle che non sono nè innamorate pazze, nè disperate per un amore che non c’è più.
Sono sole quelle persone che non sono nè tristi, nè felici, ma nemmeno indifferenti.
Sono sole le persone che non danno più nomi alle emozioni, che usano sempre le stesse parole, piatte, uguali, perchè non vivono d’emozioni forti.
Non vivono d’emozioni.
Non vivono.
Loro sono, ma non sanno cosa.
E forse non sanno nemmeno chi.
Loro non sanno.
E non sentono.
Non si sentono.
Non sanno cosa devono sentire.
Non sanno come si sente o cosa si sente.
Loro semplicemente non sanno, non sentono, non stanno.
Loro non sono.

© Veronica Pavesi.

Immagine

Insieme.

24 Nov

Non ringrazierò mai abbastanza per averci portati fino a qua, insieme, interi, perché io compenso le tue cicatrici e tu le mie. Insieme le ferite, i pezzi mancanti, le crepe, non esistono più. Insieme è tutto perfetto, perché io reggo te e tu reggi me, e se cadiamo cadiamo insieme.

Insieme si sentono così sicuri, protetti, amati, completi, felici, che da soli non saprebbero nemmeno da dove partire. Da soli sarebbe tutto più difficile, così difficile da entrare in gelateria e non sapere nemmeno che gusti scegliere.
Loro sono fatti per stare insieme, e lo sanno.

© Veronica Pavesi.

Immagine

Perchè la vita insieme a te è qualcosa di straordinario.

22 Lug

“La vita è un groviglio di mani che si stringono, si intrecciano, si salutano da lontano, si prendono e si lasciano.
Ora che le tue dita sono incastrate con le mie, i miei occhi sono come quelli di una bambina alla scoperta del mondo, perchè conoscerlo di nuovo con te è straordinariamente più bello.
E’ proprio vero che con l’amore tutto pende vita, che ogni cosa trova il suo posto nel mondo e che il mio è con te.
Amore, non stancarti di tenermi per mano, che sei poi cado come faccio?
Amore, non stancarti di abbracciarmi, senza te che mi copri mi sento nuda.
Amore, non stancarti di stare nel letto con me, i miei piedi son freddi apposta perchè tu possa scaldarli.
Amore, non stancarti di amarmi, perchè io non lo farò.”

© Veronica Pavesi.